Ir para o conteúdo

Blogoosfero verdebiancorosso

Voltar a Disinformatico
Tela cheia Sugerir um artigo

Se il riconoscimento facciale fallisce, chiedi aiuto a un feticista dei piedi

18 de Janeiro de 2019, 5:46 , por Il Disinformatico - | No one following this article yet.
Visualizado 54 vezes
Alexandria Ocasio-Cortez, giovane membro neoeletto del Congresso degli Stati Uniti, è stata presa di mira online da un bizzarro tentativo di screditarla e umiliarla ed è stata soccorsa online in maniera ancora più bizzarra.

Domenica scorsa qualcuno ha postato su Reddit una foto nella quale si vedono le gambe e i piedi di una donna a mollo in una vasca da bagno, con una sigaretta elettronica in mano, e l’ha descritta come un’immagine intima di Alexandria Ocasio-Cortez, dicendo che il seno della donna era visibile nel riflesso del rubinetto cromato della vasca.

Una molestia anonima online in piena regola, insomma, con l’aggravante del fatto che il bersaglio è una donna che sta iniziando una carriera politica molto delicata.

Non è il primo tentativo del genere che colpisce AOC, come viene chiamata per concisione: per esempio, di recente un suo video dei tempi del college, in cui ballava Lisztomania dei Phoenix in maniera gioiosa e assolutamente non scandalosa, è stato presentato dai suoi detrattori come se fosse una prova di chissà quale disordine morale.

Spoiler: è un FAKE.
Questa foto è un altro tentativo dello stesso livello: a quanto pare per certa gente essere nudi quando si sta nella vasca da bagno è un segno di depravazione intollerabile.

Come in tutti i casi di molestia e di pettegolezzo fatti per screditare, il fatto che la foto fosse ambigua, visto che mostra gambe e piedi che potrebbero essere di chiunque (e quindi anche, per i maliziosi, di AOC), ha rinforzato la diceria e la curiosità intorno all’immagine. Perlomeno fino al momento in cui la foto è stata stroncata da un esperto un po’ inconsueto: un feticista dei piedi.

Un utente di Reddit e di Wikifeet, sito dedicato alle foto dei piedi di celebrità e personaggi pubblici, ha infatti fatto una dettagliatissima comparazione (attualmente accessibile solo su invito, ma archiviata su Archive.org) dell’anatomia dei piedi mostrati nella foto in questione rispetto ai piedi di AOC, visibili in alcune fotografie di apparizioni pubbliche raccolte da Wikifeet.

Da cultore della materia, è arrivato alla conclusione che la foto controversa non poteva mostrare i piedi del membro del Congresso, per via della forma anomala dell’indice: “dato che non siamo in grado di flettere in direzione dorsale o plantare il secondo e quinto dito del piede indipendentemente l’uno dall’altro, sapevo che non poteva essere una questione di dita flesse. Ho pensato che forse [AOC] avesse una forma di brachidattilia, ma la sua pagina su Wikifeet contiene prove chiare che non è così. Per cui per me è stato chiaro che i piedi non erano i suoi [di Alexandria Ocasio-Cortez].

Infatti è emerso che la foto mostra gambe e piedi di Sydney Leathers, una attivista politica e modella per webcam nota per il suo ruolo nello scandalo di sexting che colpì il politico statunitense Anthony Weiner nel 2016.

La rivelazione della vera origine della foto ha fatto emergere un altro dettaglio significativo: nella versione messa in circolazione, l’indice del piede sinistro è stato intenzionalmente ritoccato per accorciarlo, nota Motherboard.

Chiunque abbia pubblicato questa foto falsa, insomma, si è impegnato parecchio. Ma in questo caso il suo impegno è fallito miseramente, grazie a un debunking fatto coi piedi.
Scritto da Paolo Attivissimo per il blog Il Disinformatico. Ripubblicabile liberamente se viene inclusa questa dicitura (dettagli). Sono ben accette le donazioni Paypal.

Fonte: http://feedproxy.google.com/~r/Disinformatico/~3/pKY0xZBRzfw/se-il-riconoscimento-facciale-fallisce.html